Cookie Policy Nutrizione – Una Stanza per Crescere

Nutrizione

La salute del tuo bambino dipende da una buona alimentazione

Periodo prenatale

Uno stile di vita sano, caratterizzato da una dieta varia ed equilibrata associata a regolare attività fisica, è un determinante di salute per le donne in età fertile e in gravidanza, per i futuri papà e per il nascituro.

Se programmi una gravidanza è raccomandata la supplementazione della dieta con 400 mcg al giorno di acido folico (prodotto inserito in fascia A) almeno due mesi prima del concepimento e per tutto il primo trimestre di gravidanza.

In gravidanza è raccomandata inoltre l’astinenza dall’uso di alcool, fumo e sostanze stupefacenti.

Come in età fertile, anche in gravidanza la nutrizione riveste un ruolo fondamentale poiché è responsabile non solo del benessere della donna stessa ma anche del benessere del feto durante la vita intrauterina, del neonato, del bambino e dell’adulto nella vita extrauterina (Barker 1992).

L’Oms e l’UNICEF raccomandano che i bambini vengano allattati esclusivamente al seno per i primi sei mesi di vita e consigliano di proseguire anche oltre, in associazione con un’adeguata alimentazione complementare, se mamma e bimbo lo desiderano.

L’integrazione con il latte artificiale si dovrebbe dare solo su indicazione del pediatra una volta che è stato fatto ogni tentativo per consolidare un efficace allattamento al seno.

Iniziativa Baby Pit Stop
Allattare è un diritto di madri e bambini e deve tornare ad essere una pratica naturale e pubblica. ATS Città Metropolitana di Milano e UNICEF promuovono la diffusione dei baby pit stop (BPS). Il baby pit stop è un’area allestita all’interno di spazi pubblici, dove è possibile fare il pieno di latte e il cambio di pannolino.

A partire dai sei mesi il latte materno necessita di essere integrato con altri alimenti. Sarà proprio il bambino a farci capire che è pronto per l’introduzione dei cibi.

Di norma a questa età è pronto ad affrontare il cambiamento e la scelta del momento dipende dalla maturità neurologica del lattante (dalla sua capacità di stare seduto e tenere dritta la testa, dalla coordinazione occhi-mano-bocca, dalla capacità di deglutizione alimenti) e dal suo interesse verso alimenti diversi dal latte.

Dai 6 ai 12 mesi è importante iniziare a modificare gradualmente la consistenza dei cibi che deve rispettare la capacità di deglutizione e di masticazione del bambino.

È importante, per evitare possibili rischi di soffocamento, che il bambino mangi seduto a schiena dritta e non venga imboccato quando ride o piange: a questa età è ancora necessaria la presenza costante di un adulto al momento del pasto.

Dai 12 mesi il bambino farà 2-3 pasti al giorno, mangerà ormai come voi, con alimenti ancora tritati se necessario, più 2 sani spuntini con frutta o yogurt intero e il latte materno, in sua mancanza, il latte di mucca intero oppure il latte formulato (latte 1-3 anni).
Privacy Policy

C'è un libro in regalo per il tuo bebè

Lascia qui la tua mail o il tuo numero di telefono, ti contatteremo per dirti dove ritirare il tuo regalo